Home E News E PARI OPPORTUNITÀ – “SAI CHE PUOI”. REDDITO DI LIBERTA’

PARI OPPORTUNITÀ – “SAI CHE PUOI”. REDDITO DI LIBERTA’

27 Febbraio 2023 | News, Pari opportunità

REDDITO DI LIBERTA’

Il reddito di libertà è una misura istituita con Decreto-legge del 19 maggio 2020 (Decreto Rilancio) poi convertito in Legge 17 luglio 2020 n.77, allo scopo di contenere i gravi effetti economici provocati dall’emergenza sanitaria da Covid-19, destinato alle donne vittime di violenza in condizioni di povertà con o senza figli minori che sono seguite dai centri antiviolenza riconosciuti dalle Regioni e dai servizi sociali per percorsi di fuoriuscita dalla violenza.

Il Reddito di Libertà è un contributo di massimo 400 euro mensili che viene erogato in un’unica soluzione per massimo 12 mesi.

Le modalità di calcolo dell’importo erogato e la durata del trattamento sono valutate dall’’Inps in sede di verifica della situazione personale di chi presenta da domanda. Il contributo è destinato alle donne residenti nel territorio italiano che siano cittadine italiane o comunitarie oppure in possesso di regolare permesso di soggiorno se extracomunitarie. Allo stesso modo ne hanno diritto le straniere con lo status di rifugiate politiche o lo status di protezione sussidiaria.

Questo contributo non è tassato ed è compatibile con altri strumenti di sostegno al reddito come il Reddito di cittadinanza, la Naspi, la cassa integrazione guadagni, l’assegno al nucleo famigliare e l’assegno unico universale.

Per poter accedere alla prestazione deve essere presentata domanda all’INPS dalla persona interessata tramite i servizi sociali del Comune di residenza, utilizzando apposito modulo disponibile all’interno del servizio online Prestazioni Sociali sul sito inps.it.

La domanda deve essere completa di attestazione della condizione di bisogno ordinario o la condizione di bisogno straordinario e urgente rilasciata dal servizio sociale professionale di riferimento territoriale, oltre alla dichiarazione che attesta il percorso di emancipazione e autonomia intrapreso dalla donna, rilasciato dal rappresentante legale del centro antiviolenza. Inoltre, occorre fornire un Iban valido per l’accredito del contributo.

Al termine dell’invio il Comune rilascia una ricevuta di avvenuta presentazione della domanda per il Reddito di Libertà, successivamente l’Inps analizza i dati e, in presenza di tutti i requisiti e di budget disponibile, accoglie la domanda comunicandolo al Comune e all’interessata via cellulare o e-mail che vanno indicati sul modulo di domanda.

Allegati

UILCOM NEWS N. 17/2024

È online il II numero di UILCOM NEWS a cura della segreteria nazionale 1️⃣7️⃣-2️⃣0️⃣2️⃣4️⃣ Questa...

  • 24 Maggio 2024
Twitter Icon
UILCOM Nazionale

@UilcomNazionale

È online il XXII numero di UILCOM NEWS a cura della segreteria nazionale Leggi la rivista 👇 @SalvoUgliarolo @MischiPierpaolo @SavantLuciano @Roberta_Musu @RRetrosi Giulio Neri Alessandro Mannavola Rossella Manfrini https://t.co/oJHw0aQjJA

Oct 21 2022

RT @UILofficial: #Bombardieri: PierPaolo Bombardieri rieletto all'unanimità Segretario Generale della UIL. @PpBombardieri #piùdirittimenodi…

Oct 16 2022

È online il XXI numero di UILCOM NEWS a cura della segreteria nazionale. Leggi la rivista 👇 @SalvoUgliarolo @SavantLuciano @MischiPierpaolo @robertamusu Rossella Manfrini @RRetrosi Alessandro Mannavola Giulio Neri https://t.co/Or517xmbBO

Oct 07 2022