Home E Informazione E IPZS-Comunicato Piano industriale 27.06.24

IPZS-Comunicato Piano industriale 27.06.24

26 Giugno 2024 | Informazione, News

Il 26 giugno 2024, si è svolto l’incontro tra i segretari generali e i coordinatori nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Chimici con la direzione aziendale di IPZS S.p.A., alla presenza dell’amministratore delegato. Oggetto dell’incontro è stato la presentazione del piano industriale e durante lo svolgimento dello stesso sono stati trattati anche i temi degli incentivi all’esodo e il rinnovo della polizza sanitaria. Il piano industriale contiene punti essenziali per affrontare le sfide del mercato, con l’ambizione di far diventare il Poligrafico Ipzs soggetto di riferimento nell’ambito della digitalizzazione dei servizi del Paese. I principali asset identificati includono la necessità di contenere gli impatti negativi derivanti dalle modifiche normative sui bollini farmaceutici e le inserzioni legali, valorizzare il perimetro dei prodotti tradizionali accrescendo efficienza, qualità e capacità di implementazione, migliorare il processo di innovazione e ingegnerizzazione dei prodotti e servizi per ampliare il perimetro di attività, e sviluppare nuove opportunità di business, anche all’estero, tramite il rafforzamento della struttura commerciale. Tra le opportunità identificate, vi sono lo sviluppo e la gestione dell’ecosistema del Wallet con l’obiettivo di integrare le identità digitali nazionali, la realizzazione di un centro di competenza e una piattaforma unica per la tracciabilità a tutela degli interessi dello Stato e della collettività, abilitare la trasformazione digitale delle pubbliche amministrazioni offrendo nuove soluzioni e favorendo l’integrazione dei servizi, e contribuire all’efficientamento delle funzioni attribuite ad aziende dello Stato, generando risparmi e valorizzando gli investimenti già realizzati. La strategia per il prossimo triennio mira a garantire sicurezza e fiducia pubblica attraverso identità digitali e soluzioni di sicurezza di alta qualità, utilizzando tecnologie innovative e sostenibili. Le direttrici di sviluppo includono il presidio e l’ampliamento degli attuali business tramite lo sviluppo di prodotti e servizi e di nuovi segmenti di mercato, l’avvio di nuovi business a supporto delle pubbliche amministrazioni e dei cittadini per favorire la trasformazione digitale, e la crescita esterna tramite acquisizioni per consolidare il business e cogliere opportunità in nuovi ambiti. I fattori abilitanti per il raggiungimento degli obiettivi strategici comprendono l’innovazione e la trasformazione, tramite l’innovazione delle soluzioni e nuove politiche commerciali, il capitale umano con l’aggiornamento continuo delle competenze e il change management, la cybersecurity e la sicurezza, tramite partnership istituzionali in ambito di sicurezza cibernetica e fisica, l’efficientamento e l’ottimizzazione tramite la razionalizzazione dei processi e l’uso ottimale degli spazi, e la sostenibilità tramite l’uso efficiente delle risorse e il rafforzamento dell’identità. Alla luce di queste direttrici, il piano prevede l’accelerazione della diffusione della Carta d’Identità Elettronica (CIE) nel 2025-2026 e l’innalzamento del livello di sicurezza su documenti di riconoscimento, la migrazione dell’architettura funzionale della CIE sulle infrastrutture di IPZS per una maggiore sicurezza ed efficacia nella gestione, l’introduzione del contrassegno “Made in Italy”, la diffusione dei contrassegni per i vini (DOC e IGT) e l’implementazione di un passaporto digitale per prodotti agroalimentari, l’introduzione di nuove tipologie di targhe per veicoli storici e monopattini in virtù dell’aggiornamento del codice della strada, la partecipazione a bandi esteri per la produzione di carta per banconote e l’acquisizione di commesse per carte speciali, un lieve incremento del fabbisogno di banconote euro nel 2026, l’avvio di una strategia multicanale per la numismatica e la medaglistica e una revisione dell’approccio produttivo per ridurre il time-to-market. Nell’ambito dell’avvio di nuovi business, IPZS prevede la realizzazione di un Wallet nazionale per la gestione dell’identità digitale con l’obiettivo di integrare le identità digitali dei cittadini italiani, la realizzazione e gestione del Sistema nazionale di verifica dei medicinali (NMVS) e servizi aggiuntivi, lo sviluppo di nuovi sistemi di tracciabilità e certificazione a garanzia delle filiere produttive e dei cittadini, la digitalizzazione e dematerializzazione documentale delle pubbliche amministrazioni in collaborazione con il Dipartimento di Trasformazione Digitale, lo sviluppo di progetti pilota con le pubbliche amministrazioni, e la partnership con l’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale (ACN) per l’attuazione delle attività e delle misure della Strategia Nazionale di Cybersicurezza per tutelare i cittadini, nonché la realizzazione e gestione di una piattaforma di segnalazione phishing dedicata alla pubblica amministrazione. Nell’ambito della crescita esterna, IPZS sta avviando una strategia per consolidare il proprio business e cogliere opportunità in nuovi segmenti a alto valore, rafforzando le proprie competenze. Un esempio significativo è l’acquisizione di PagoPA, una società per azioni costituita nel 2019 e al 100% partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. L’obiettivo di PagoPA è la semplificazione nella gestione dei pagamenti nei confronti della pubblica amministrazione. Con il D.L. 2 marzo 2024, n. 19 (DL PNRR), si attribuiscono i diritti di opzione per l’acquisto di PagoPA a IPZS in misura non inferiore al 51% e, per la restante parte (49%), a Poste Italiane S.p.A.Altri possibili ambiti per operazioni straordinarie includono la certificazione a tutela delle eccellenze italiane per rafforzare la proposta di valore in ambito anticontraffazione e tracciabilità, la cybersicurezza per accrescere le competenze e ampliare l’offerta di servizi, i servizi e soluzioni per la pubblica amministrazione a supporto della trasformazione digitale del Paese, e l’acquisizione di società ad elevato potenziale per acquisire nuove competenze e/o accrescere la presenza in nicchie di mercato. Per quanto riguarda l’organico e il costo del personale, il piano prevede un progressivo incremento del costo del personale, principalmente dovuto all’effetto del rinnovo contrattuale del CCNL e all’ingresso di nuovi profili e competenze. L’andamento dell’organico riflette l’ipotesi di esodo incentivato e assunzioni per la sostituzione parziale delle risorse in uscita, oltre al contestuale ingresso di nuovi profili qualificati con specifiche competenze a sostegno del cambiamento. L’organico nel triennio si manterrà stabilmente sopra le 1.700 risorse, con l’andamento condizionato all’effettivo ampliamento del business sui mercati non captive, con particolare riferimento al settore delle produzioni cartarie. Il secondo punto discusso riguarda la polizza sanitaria. Le parti hanno convenuto di effettuare delle analisi sul funzionamento della polizza e di apportare eventuali sistemazioni per risolvere le problematiche esistenti. Il terzo punto riguarda gli incentivi all’esodo. L’obbiettivo è di accompagnare le persone con i req uisiti necessari a un esodo incentivato entro 24 mesi, estendendo tale periodo fino a 30 mesi in casi specifici. Ad oggi sono arrivate all’Azienda circa 110 richieste dai lavoratori IPZS, nel mese di luglio chi ha fatto domanda sarà convocato dall’Azienda per approfondire l’argomento. Le Segreterie Nazionali hanno chiesto di procedere attraverso la stipula di un accordo anche alla luce dei possibili futuri strumenti rifinanziati dal Governo, come il contratto di espansione. Un altro punto, non previsto all’ordine del giorno, è stato sollevato dall’Amministratore Delegato riguardo alla delicata situazione dello stabilimento di Foggia, con particolare riferimento al segmento della produzione di carta. L’Amministratore Delegato ha spiegato l’importanza di prestare particolare attenzione a questa produzione, sottolineando che, per raggiungere un’efficace sviluppo del mercato, è fondamentale che la qualità e l’efficienza del prodotto siano eccellenti. Solo in questo modo sarà possibile garantire ai committenti i risultati richiesti, mantenendo e rafforzando la competitività dell’azienda in questo segmento. La parte sindacale ha accolto favorevolmente le informazioni ricevute durante l’incontro, riconoscendo l’importanza e la rilevanza dei processi illustrati. Tuttavia, ha sottolineato che tali processi dovranno essere monitorati attentamente e accompagnati con cura, in quanto il sindacato riveste un ruolo cruciale nel garantire che siano attuati nel rispetto dei diritti e delle esigenze dei lavoratori. Il sindacato si pone come soggetto per governare i processi di trasformazione, assicurando un dialogo continuo e costruttivo con l’azienda per accompagnare efficacemente ogni fase di sviluppo e implementazione

UILCOM NEWS N. 25/2024

È online il XXV numero di UILCOM NEWS a cura della segreteria nazionale 25-2024. Questa settimana:...

  • 19 Luglio 2024

UILCOM NEWS N. 24/2024

È online il XXIV numero di UILCOM NEWS a cura della Segreteria Nazionale 24/2024 Questa settimana:...

  • 13 Luglio 2024
Twitter Icon
UILCOM Nazionale

@UilcomNazionale

È online il XXII numero di UILCOM NEWS a cura della segreteria nazionale Leggi la rivista 👇 @SalvoUgliarolo @MischiPierpaolo @SavantLuciano @Roberta_Musu @RRetrosi Giulio Neri Alessandro Mannavola Rossella Manfrini https://t.co/oJHw0aQjJA

Oct 21 2022

RT @UILofficial: #Bombardieri: PierPaolo Bombardieri rieletto all'unanimità Segretario Generale della UIL. @PpBombardieri #piùdirittimenodi…

Oct 16 2022

È online il XXI numero di UILCOM NEWS a cura della segreteria nazionale. Leggi la rivista 👇 @SalvoUgliarolo @SavantLuciano @MischiPierpaolo @robertamusu Rossella Manfrini @RRetrosi Alessandro Mannavola Giulio Neri https://t.co/Or517xmbBO

Oct 07 2022